Dopo un percorso cominciato nel 2001 il Consiglio dei Ministri ha approvato nel marzo del 2013  il Regolamento che istituisce e disciplina il Sistema Nazionale di Valutazione delle scuole pubbliche. L’Italia si allinea così agli altri Paesi Europei sul versante della valutazione dei sistemi formativi pubblici. 

Il procedimento di valutazione si snoderà attraverso quattro fasi essenziali nel corso di 3 anni:

a) autovalutazione delle istituzioni scolastiche con invio entro giugno 2015 del Rapporto di Valutazione (RAV)

b) valutazione esterna da parte di nuclei coordinati da un dirigente tecnico sulla base di protocolli, definiti dall’Invalsi, con la conseguente ridefinizione di piani di miglioramento

c) azioni di miglioramento con l’eventuale sostegno dell’Indire, o di Università, enti, associazioni

d) rendicontazione pubblica dei risultati del processo, secondo una logica di trasparenza, di condivisione e di miglioramento del servizio scolastico con la comunità di appartenenza.

In questo spazio si vorrà rendicontare sulle iniziative che la nostra scuola porrà in essere in merito al percorso appena intrapreso di autovalutazione, ai fini del miglioramento , di tutti i processi dell’organizzazione e della  vita della nostra comunità scolastica. A tale scopo, come richiesto dal Regolamento, si è costituito un nucleo di autovalutazione.

 

Il  gruppo di lavoro per l’autovalutazione è così composto:

 

 
Inizio